Sei amante del buon cioccolato? Con l’arrivo delle festività natalizie e del buon gusto a tavola, non potrai fare a meno di non visitare la sesta edizione di ChocoModica, che si svolgerà dal 6 al 9 dicembre 2018. L’”oro” di Modica, con le sue memorabili note olfattive ed emozionali, invita i visitatori e i golosoni a entrare in sintonia con la kermesse più chocogolosa che ci sia: momenti di festa, di musica, d’arte e di cultura renderanno la città ragusana un vero richiamo per le folle di turisti.

Purtroppo quest’anno non potremo partecipare all’evento più dolce della Sicilia, ma tanto la cioccolata la possiamo acquistare online www.tipicosiciliano.com e farcela arrivare direttamente a casa.

 

Modica: la città pittoresca e il mitico “cibo degli dei”

 

Terra dei Pupi, delle arance, del bel mare e dei vulcani, la Sicilia o la Trinacria (come la chiamavano i latini) si caratterizza per la bellezza delle sue città, sia dell’entroterra sia di quelle costiere.

Leggende, storie ed aneddoti attraversano le 9 province siciliane e, tra esse, in quella di Ragusa c’è Modica, una delle città talmente magiche da meritare di essere inserita – a partire dal 2002 -nella lista dei comuni considerati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Meta ambita dai turisti provenienti da ogni parte del mondo, Modica – famosa per il suo cioccolato – immerge il visitatore in un favoloso viaggio nello stile barocco, venendo a suscitare emozioni davvero uniche dinanzi alle bellezze paesaggistiche ed ai posti mozzafiato da cartolina.

L’obiettivo è quello di guidare il viaggiatore alla scoperta della cittadina ragusana, attraverso un tour tra le sue attrazioni, non dimenticando, però, di stuzzicare e di deliziare le nostre papille gustative ed il palato con i consigli sul cioccolato, prodotto autoctono al quale è dedicato un vero e proprio museo.

 

Visita a Modica: cosa vedere nel ragusano?

 

Modica, la capitale del buon cioccolato il castello

 

Prima di tutto, occorre specificare che la città di Modica si divide in due parti: Modica Alta e Modica Bassa, collegate tra loro da scale caratteristiche che contribuiscono a creare una meravigliosa atmosfera. La prima è dominata dalla presenza dell’antico castello ed assume un aspetto pittoresco: le case sembrano quasi sorgere sulle rocce, mentre la seconda nata sui corsi d’acqua oramai interrati, ha lasciato spazio alla rinomata via principale Corso Umberto, al di là del quale si può raggiungere la famosa torretta dell’orologio, vicina al castello dei Conti.

 

È la nascita del quartiere del Sacro Cuore a dare vita alla Modica Sorda: conosciuta zona per lo più residenziale.

 

Fatta questa doverosa precisazione, si può organizzare un tour alla scoperta della pittoresca cittadina di 55mila abitanti: immergendosi tra le strade del piccolo paese si può ammirare il Duomo di San Giorgio, una delle chiese più belle della città, caratterizzata dalla divisione in 5 navate e custode di importanti opere d’arte. Anche la Chiesa del Carmine attira l’attenzione su di sé: datata 1500, composta da una sola navata, permette di ammirare il prezioso altare in legno.

 

Modica ospita anche un Museo Civico ed il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, entrambi visitabili e siti nell’ex convento dei Padri Mercedari.

 

Le viuzze caratteristiche rendono la cittadina pittoresca e, al contempo, elegante grazie anche alla presenza delle scale che collegano la parte alta a quella bassa. Modica ha dato i natali ad un personaggio illustre come Salvatore Quasimodo e, a tal proposito, merita di essere visitata la sua casa, arredata così come è stata lasciata dal Premio Nobel per Letteratura.

 

Anche le spiagge, nel periodo estivo, beneficiano della presenza di numerosi turisti e sono amate, soprattutto, da coloro che praticano surf e altri sport in acqua.

 

Modica e la tradizione del buon Cioccolato: Chocomodica 2018

 

Definita anche come la “città del Cioccolato” o del mitico “cibo degli dei”, Modica promuove qualcosa di esclusivo per il palato e, comunque, di diverso da qualsiasi altra tipologia di prodotti, a tal punto che l’Unione Europea ne ha riconosciuto l’indicazione geografica protetta (IGP).

 

L’applicazione della tecnica a freddo, rende il Cioccolato di Modica veramente eccezionale e permette che esso non venga privato del buon burro di cacao. Semplice nella lavorazione e di consistenza granulosa, è veramente un toccasana anche per le papille gustative: può essere anche acquistato online e spedito in qualunque parte d’Italia.

 

Ogni anno, a Modica viene organizzata Chocomodica, la famosa festa del cioccolato che – per il 2018 – si terrà dal 6 al 9 dicembre nel centro storico, e darà la possibilità a chiunque di vivere la città tra i profumi ed i sapori della cioccolata.

 

ChocoModica era stata inizialmente fissata per ottobre ma l’attesa del riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta, ha portato gli organizzatori a posticipare la data dell’evento a ridosso delle feste natalizie.

 

In ogni caso, per chi non potrà essere presente – se vorrà – potrà anche fare un ordine del cioccolato direttamente online.

 

Museo del Cioccolato di Modica  

 

Per chi si trovasse a Modica, in occasione della golosa kermesse, potrebbe completare il tour alla scoperta del Museo del Cioccolato di Modica, inaugurato nel 2014 in un’ala del prestigioso Palazzo della Cultura: offre ai visitatori un tour coinvolgente che svela curiosità e aneddoti su questa prelibatezza gastronomica locale.

 

Un patrimonio documentario-bibliografico, intitolato “Il cioccolato di Modica nelle carte dei Grimaldi – 1746/1915”, che raccoglie una vasta quantità di manoscritti in cui viene descritta la storia del cioccolato e la sua lavorazione, dal chicco al prodotto finito.

 

Nelle altre stanze museali sono esposte ben 22 sculture di cioccolato, realizzate da scultori e da giovani studenti del Liceo Artistico “Campailla” di Modica.