Gomme auto: l’inflazione incide sui prezzi al dettaglio

23272-inflazione

Gli pneumatici di ricambio per auto sono tra i beni di consumo i cui prezzi risentono dell’andamento dell’inflazione; nel corso degli ultimi due anni, alcuni fattori esterni (a partire dal conflitto in corso in Ucraina) hanno inciso sui costi di produzione e, di riflesso, sui prezzi di vendita al dettaglio.

È questo uno dei motivi che spinge un numero crescente di automobilisti a scandagliare il mercato con maggiore attenzione, per individuare le opzioni più convenienti in termini di rapporto tra qualità e prezzo. Da questo punto di vista, l’e-commerce di settore rappresenta una risorsa che sta acquisendo crescente importanza, tanto per i consumatori quanto per i distributori e i rivenditori.

Gli automobilisti preferiscono le ‘4 stagioni’

Assecondando un trend tutt’altro che recente, gli automobilisti sembrano sempre più propensi ad equipaggiare le proprie auto con pneumatici quattro stagioni anziché con le invernali (anche senza alternarle a quelle estive). I fattori che incidono su questa tendenza di mercato, che si evince chiaramente dagli ultimi report commerciali dell’ETRMA, sono molteplici.

In primo luogo, passare alle multistagionali consente un discreto margine di risparmio sul breve e medio periodo; chi, ad esempio, era abituato a sostituire le gomme invernali a metà aprile non deve più sobbarcarsi l’onere economico di acquistare due treni di pneumatici. Inoltre, vengono abbattuti anche eventuali costi di rimessaggio e manutenzione a favore di un’officina specializzata. C’è però un altro aspetto che incide non poco sulle scelte dei clienti finali; gli pneumatici multistagionali, oltre ad essere pratici, risultano piuttosto versatili, in quanto sono in grado di affrontare svariate situazioni di guida garantendo comunque un ottimo standard prestazionale. Grazie a specifiche caratteristiche tecniche, infatti, le coperture di questo tipo possono essere impiegate tanto sul bagnato quanto su fondo asciutto, così come in presenza di fango o neve sul manto stradale. Più in generale, rappresentano una valida opzione a fronte dei rapidi cambianti climatici, soprattutto in contesti di guida contraddistinti da condizioni non troppo severe.

Per massimizzare il risparmio, sempre più utenti fanno ricerche online, e non soltanto per raccogliere informazioni circa un prodotto di proprio interesse. Consultando i siti di rivenditori specializzati come, ad esempio, Euroimportpneumatici.com, gli automobilisti sono in grado di confrontare i prezzi delle gomme 4 stagioni impostando uno o più criteri di ricerca, dal marchio alle dimensioni, così da intercettare più agevolmente l’opzione perfetta per le proprie esigenze economiche e pratiche.

L’andamento dei prezzi e le tendenze di acquisto

Come già accennato, negli ultimi anni i prezzi degli pneumatici – a prescindere dalla tipologia – hanno fatto registrare una costante tendenza al rialzo, dovuta (non del tutto) all’aumento dell’inflazione. A tal riguardo, l’ISTAT – nel consuntivo sui prezzi al consumo pubblicato a dicembre 2023 – sottolinea come “nella media 2023 i prezzi risultano accresciuti del 5,7%, in netto rallentamento dall’8,1% del
2022. Tale andamento risente principalmente del venir meno delle tensioni sui prezzi dei Beni energetici (+1,2%, da +50,9% del 2022)“. Di riflesso, anche i prezzi al dettaglio degli pneumatici per auto sono aumentati (oltre il 6%); contestualmente, è aumentato anche il volume delle ricerche online su gomme per auto e moto. Da ciò emerge un quadro d’insieme in cui i consumatori cercano di mettersi al riparo dai rincari sondando con maggior frequenza l’e-commerce di settore.

Questa dinamica di consumo in costante evoluzione era stata evidenziata già nel 2022 da Idealo, la piattaforma tedesca specializzata in comparazione dei prezzi: “in passato, per qualsiasi guasto o esigenza legata alla propria auto si andava direttamente dal meccanico. Ultimamente, invece, gli italiani hanno scoperto che acquistare online i ricambi auto, i pneumatici o gli accessori per la moto conviene“. Nel report sull’e-commerce 2021, Idealo sottolinea inoltre come gli shop online italiani garantiscano più spesso un risparmio effettivo, così come acquistare gli pneumatici ‘fuori stagione’, soprattutto quelli estivi (fino al 20% se comprati a inizio anno).