> Casa > Guadagnare con gli affitti brevi: 10 + cose che devi sapere
Guadagnare con gli affitti brevi

Guadagnare con gli affitti brevi: 10 + cose che devi sapere

Last Updated on 3 mesi by Michele Valente

Guadagnare con gli affitti brevi oggi

Gli affitti brevi sono diventati un’opzione sempre più popolare per coloro che desiderano guadagnare denaro extra attraverso la locazione di proprietà immobiliari a breve termine.

Sia che tu sia un proprietario che cerca di guadagnare un reddito passivo dalla tua casa o un imprenditore che vuole entrare nel mercato degli affitti brevi come Property Manager, ci sono molte opportunità disponibili.

In questo articolo, esploreremo come guadagnare con gli affitti brevi, quali sono le piattaforme principali come Airbnb, le regole e le tasse che si applicano agli affitti brevi, i vantaggi e gli svantaggi di questo tipo di attività, le strategie di marketing e le migliori pratiche per la gestione delle prenotazioni e delle recensioni degli ospiti.

Continua a leggere per scoprire tutto ciò che devi sapere per iniziare a guadagnare con gli affitti brevi.

Guadagnare con gli affitti brevi per turisti e lavoratori

Gli affitti brevi per turisti sono diventati una fonte di reddito sempre più popolare per i proprietari di case vacanze, non solo con i turisti, ma anche grazie a coloro che si spostano per lavoro.

Sempre più persone che viaggiano per motivi di lavoro preferiscono alloggiare in case vacanze o appartamenti in affitto anziché in hotel.

Questo perché gli affitti brevi offrono una maggiore flessibilità e privacy, e spesso sono dotati di servizi come la connessione Wi-Fi gratuita e la cucina, che sono importanti per coloro che viaggiano per lavoro.

Oltre ai turisti e ai viaggiatori d’affari, ci sono anche altre categorie di ospiti che possono essere interessati agli affitti brevi, come ad esempio studenti universitari e famiglie in cerca di una sistemazione temporanea (altro modo di guadagnare ma non considerato affitto breve)

In ogni caso, la posizione dell’alloggio rimane un fattore chiave, poiché la maggior parte degli ospiti cerca alloggi situati in posizioni centrali o vicino alle attrazioni.

 

Case vacanze per affitti brevi

Le case vacanze sono un’altra opzione popolare per gli affitti brevi. Le case vacanze sono proprietà immobiliari utilizzate esclusivamente come residenze temporanee per le vacanze, e sono spesso disponibili per l’affitto durante tutto l’anno.

Le case vacanze possono variare dalle case in campagna a lussuose ville con piscina, e sono spesso utilizzate come alloggi per gruppi di amici o famiglie.

Quando si tratta di case vacanze per affitti brevi, la pulizia e la manutenzione sono importanti per garantire che gli ospiti abbiano un’esperienza positiva durante il soggiorno.

Airbnb e affitti brevi

Airbnb è una delle piattaforme di affitti brevi più famose e popolari al mondo. Fondata nel 2008, Airbnb ha rivoluzionato il modo in cui le persone viaggiano e hanno accesso a sistemazioni temporanee.

Con Airbnb, i proprietari di proprietà immobiliari possono pubblicizzare e affittare la loro proprietà a ospiti provenienti da tutto il mondo. Airbnb offre anche strumenti per la gestione delle prenotazioni, la comunicazione con gli ospiti e la gestione dei pagamenti.

I proprietari di alloggi che utilizzano Airbnb devono tenere conto delle regole e delle tasse locali, oltre a dover gestire in modo adeguato le prenotazioni e le recensioni degli ospiti.

Come guadagnare con gli affitti turistici

Ci sono diverse strategie per guadagnare con gli affitti turistici.

  1. In primo luogo, è importante definire il prezzo giusto per la propria proprietà immobiliare, tenendo conto della posizione, della stagione e delle tariffe concorrenti.
  2. In secondo luogo, è importante mantenere la proprietà immobiliare pulita e in buone condizioni, e fornire servizi aggiuntivi come la connessione Wi-Fi gratuita, la TV via cavo e gli articoli da toeletta.
  3. In terzo luogo, è importante utilizzare piattaforme di affitti brevi come Airbnb e Booking.com per raggiungere un vasto pubblico di ospiti potenziali.
  4. Infine, è possibile utilizzare tecniche di marketing come la promozione sui social media e la pubblicità online per promuovere la propria proprietà immobiliare e attirare nuovi ospiti.

Vantaggi degli affitti brevi

Gli affitti brevi offrono diversi vantaggi per i proprietari di proprietà immobiliari. In primo luogo, gli affitti brevi possono generare un reddito passivo e costante.

In secondo luogo, gli affitti brevi offrono la flessibilità di affittare la propria proprietà immobiliare solo quando non viene utilizzata, come ad esempio durante le vacanze. In terzo luogo, gli affitti brevi offrono la possibilità di interagire con persone provenienti

da tutto il mondo, di imparare nuove culture e di fare nuove amicizie. Inoltre, gli affitti brevi possono essere un’ottima soluzione per coloro che cercano un alloggio temporaneo per le vacanze o per viaggi di lavoro, poiché offrono spesso un’esperienza più autentica e personalizzata rispetto agli hotel tradizionali.

 

Mercato degli affitti brevi

Secondo dati recenti, il mercato degli affitti brevi è in costante crescita a livello globale, con un tasso di crescita annuo composto del 7,9% tra il 2020 e il 2025.

In particolare, il mercato degli affitti brevi per turisti sta diventando sempre più popolare, con un aumento del 17,9% delle prenotazioni negli ultimi 5 anni. Ciò è dovuto in parte all’aumento del numero di viaggiatori che preferiscono alloggiare in case vacanze o appartamenti in affitto anziché in hotel.

L’avvento delle piattaforme di affitti brevi come Airbnb e Booking.com ha reso gli affitti brevi più accessibili e convenienti per gli ospiti.

Il mercato degli affitti brevi è anche altamente competitivo, e i proprietari di proprietà immobiliari devono avere una strategia di marketing efficace e una gestione attenta per avere successo.

Strategie di marketing per gli affitti brevi

Le strategie di marketing per gli affitti brevi sono importanti per attirare ospiti e aumentare il numero di prenotazioni. Ci sono diverse tecniche di marketing che i proprietari di proprietà immobiliari possono utilizzare per promuovere la propria proprietà, come ad esempio la creazione di un sito web, la promozione sui social media, la pubblicità online e l’uso di piattaforme di affitti brevi come Airbnb e Booking.com.

È importante utilizzare tecniche di marketing efficaci per raggiungere un vasto pubblico di ospiti potenziali e aumentare il tasso di occupazione della proprietà immobiliare.

 

Gestione delle prenotazioni per gli affitti brevi

Per gestire le prenotazioni per gli affitti brevi, è importante tenere in considerazione anche gli obblighi di legge che i proprietari di proprietà immobiliari devono rispettare.

In Italia, ad esempio, i proprietari di proprietà immobiliari che affittano la loro proprietà per brevi periodi di tempo sono tenuti a registrarsi presso il sistema informatico AlloggiatiWeb e ad ottenere il codice CIR, che deve essere comunicato all’ospite durante il soggiorno.

I proprietari di proprietà immobiliari sono tenuti a fornire agli ospiti le informazioni necessarie riguardo alle regole della casa e ai servizi disponibili, e a garantire la sicurezza dell’alloggio.

È importante rispettare anche l’obbligo di segnalare alle autorità le generalità degli ospiti tramite il portale della Polizia di Stato.

In Italia, i proprietari di proprietà immobiliari che affittano la loro proprietà per brevi periodi di tempo sono tenuti a registrarsi ed ottenere le credenziali di accesso presso il sistema informatico AlloggiatiWeb.

In alcuni casi, potrebbe essere richiesto ai proprietari di proprietà immobiliari di raccogliere dati statistici sull’affitto dell’alloggio e di fornirli alle autorità competenti.

Per gestire efficacemente le prenotazioni per gli affitti brevi, i proprietari di proprietà immobiliari possono utilizzare piattaforme di gestione delle prenotazioni come Airbnb e Booking.com, che permettono di gestire le prenotazioni e la comunicazione con gli ospiti in modo semplice e veloce.

È inoltre possibile utilizzare strumenti di gestione delle recensioni degli ospiti in modo efficace e migliorare la reputazione dell’alloggio.

 

Strumenti per la gestione degli affitti brevi

Ci sono diversi strumenti disponibili per la gestione degli affitti brevi, come ad esempio software di prenotazione online, piattaforme di gestione delle recensioni degli ospiti e strumenti di marketing.

È importante scegliere gli strumenti giusti per la propria attività, in base alle proprie esigenze e al tipo di proprietà immobiliare che si gestisce.

Ci sono strumenti di marketing come Google AdWords e Facebook Ads che possono essere utilizzati per promuovere la propria proprietà immobiliare.

Per gestire gli affitti brevi in modo efficiente ed evitare eventuali problemi di overbooking, è consigliabile utilizzare un gestionale dedicato.

Grazie ai gestionali, infatti, i proprietari di proprietà immobiliari possono gestire le prenotazioni e la disponibilità dell’alloggio in modo semplice ed efficace, evitando errori e conflitti nelle prenotazioni.

In particolare, un gestionale può aiutare i proprietari di proprietà immobiliari a sincronizzare le prenotazioni tra diverse piattaforme di affitti brevi, come Airbnb e Booking.com, e a gestire le prenotazioni provenienti da fonti diverse in un’unica interfaccia.

Uno dei software consigliati per la gestione degli affitti brevi è Smoobu. Smoobu offre una vasta gamma di funzioni, tra cui la gestione delle prenotazioni, la sincronizzazione delle disponibilità e la messaggistica automatica con gli ospiti.

Smoobu dispone di un sistema di gestione delle tariffe che consente di regolare i prezzi in modo automatico in base alla stagionalità o ad altri fattori, e di un sistema di gestione delle recensioni degli ospiti.

Smoobu è inoltre integrato con diversi canali di prenotazione, come Airbnb, Booking.com, Expedia e molti altri, garantendo così la sincronizzazione delle prenotazioni tra diverse piattaforme.

L’utilizzo di un gestionale per gli affitti brevi come Smoobu può quindi semplificare notevolmente la gestione dell’alloggio, ridurre gli errori e migliorare la produttività, consentendo ai proprietari di proprietà immobili

Affitti brevi: contro

Tra i contro degli affitti brevi, ci sono anche le difficoltà burocratiche per avviare l’attività e per la gestione dell’alloggio.

I proprietari di proprietà immobiliari che vogliono iniziare l’attività di affitti brevi devono rispettare una serie di regolamenti e normative, che possono variare a seconda della regione o del comune in cui si trova l’alloggio e rispettare le norme di sicurezza e igiene dell’alloggio, come la presenza di estintori e la pulizia periodica dei locali.

Anche la gestione dell’alloggio può comportare difficoltà burocratiche. Ad esempio, i proprietari di proprietà immobiliari devono registrare gli ospiti tramite il sistema informatico AlloggiatiWeb della Polizia di Stato entro le 24 ore.

I proprietari di proprietà immobiliari devono emettere regolarmente le ricevute o fatture e pagare le tasse dovute per l’affitto dell’alloggio.

Questi compiti amministrativi richiedono tempo e risorse, che possono rappresentare un ostacolo per coloro che vogliono gestire l’affitto dell’alloggio in modo autonomo.

Coloro che decidono di intraprendere questa attività dovrebbero quindi essere pronti a dedicare tempo e risorse alla gestione burocratica dell’alloggio, o valutare l’opzione di affidarsi a un’agenzia specializzata nella gestione degli affitti brevi.

 

Guadagnare con gli affitti brevi: consigli e trucchi (strategie)

Ci sono alcune strategie che possono aiutare i proprietari di proprietà immobiliari a guadagnare di più con gli affitti brevi. Ecco alcuni trucchi da considerare:

  1. Scegliere la posizione giusta: la posizione dell’alloggio è un fattore chiave per attirare ospiti e guadagnare di più con gli affitti brevi. È importante scegliere una posizione centrale o vicina alle attrazioni turistiche per attirare ospiti che cercano comodità e vicinanza ai luoghi di interesse.
  2. Offrire un’esperienza unica: per differenziarsi dalla concorrenza, è possibile offrire un’esperienza unica ai propri ospiti, ad esempio fornendo un pacchetto di benvenuto con prodotti locali, o un servizio di pulizia extra durante il soggiorno.
  3. Avere una presenza online forte: per attirare ospiti e aumentare la visibilità dell’alloggio, è importante avere una forte presenza online su diverse piattaforme di affitti brevi, come Airbnb, Booking.com e TripAdvisor.
  4. Offrire sconti per soggiorni prolungati: per incentivare gli ospiti a prenotare soggiorni più lunghi, è possibile offrire sconti per le prenotazioni a lungo termine.
  5. Utilizzare un gestionale per la gestione dell’alloggio: come abbiamo già menzionato, utilizzare un gestionale può semplificare la gestione dell’alloggio, consentendo ai proprietari di proprietà immobiliari di risparmiare tempo e risorse preziose.
  6. Mantenere il prezzo competitivo: è importante mantenere il prezzo competitivo rispetto agli altri alloggi simili nella stessa area, in modo da attirare ospiti e guadagnare di più con gli affitti brevi.
  7. Chiedere feedback agli ospiti: chiedere feedback agli ospiti può aiutare i proprietari di proprietà immobiliari a migliorare la qualità dell’alloggio e la soddisfazione degli ospiti, migliorando così la reputazione online dell’alloggio e attirando più ospiti in futuro.