Viaggio a Barcellona con i bambini: chi lo ha detto che la cucina mediterranea, il mare, i suoi ritmi di vita rilassanti, i colori e il clima soleggiato non possano contagiare tutta la famiglia? Ecco alcuni suggerimenti per visitare Barcellona e sorprendersi nel scoprire che la città catalana è già a misura di bambino. 

 

Vacanze con i figli a Barcellona

 

Come descrivere Barcellona in pochissime parole? Si tratta di uan città colorata, romantica, mediterranea e vivace. La prima sensazione che pervade il turista non appena si mette piede sulla Rambla o sulla spiaggia di Barceloneta è quella sensazione di essere a casa, la quale si sente costantemente anche quando si fanno cose tipiche spagnole. Oltre che per la sua vita notturna, i locali, le spiagge e la gastronomia particolare, il capoluogo catalano è molto famoso per l’arte e i colori, nonché per il fatto di essere una delle poche città del mondo a misura di bambino. Le famiglie con bimbi piccoli sono benvenute, sii anele strutture ricettive, sia nei vari musei e parchi dislocati in giro per la città. Un bambino sicuramente non si annoierà a Barcellona, meta molto ambita dagli italiani in quanto è vicina al Belpaese, costa poco e ci si diverte anche senza spendere un patrimonio. Ecco cosa fare a Barcellona con i bambini. 

 

Fantasia con Gaudì e Parc de la ciutadella

 

Cosa fare a Barcellona con i Bambini Park Guell

 

Antonio Gaudì  ha espresso il suo genio e la sua sregolatezza principalmente a Barcellona, grazie ai suoi lavori architettonici avanguardistici. Fu lui a creare alcuni dei monumenti che hanno dato notorietà alla città catalana: la facciata della Sagrada Familia il Parc Güell, la Cripta della Colonia Güell, Palazzo Güell, Casa Milà denominata anche La Pedrera, Casa Batlló e Casa Vicens, sono diventate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Nessun maestro sarà eguale a lui, in quanto era capace di trasformare un semplice edificio come una chiesa spoglia o una casa insignificante in un luogo da fiaba. I vari parchi sopra citati sono adatti ad essere visitati con i bambini, come le altre opere architettoniche, in quanto le linee morbide, l’utilizzo di oggetti quali fiori, animali, creature fantastiche e i colori sgargianti stimoleranno la fantasia dei pargoli. Sicuramente, dopo una visita culturale di questo tipo, alla sera i bambini cercheranno di disegnare il mondo fantastico di Gaudì.

 

Anche se non è un’opera dell’artista catalano, il Parc de la ciutadella è ideale per rilassarsi, per godersi il silenzio anche a Barcellona e il verde delle piante e degli alberi. Qui si può organizzare un tipico picnic, leggere un libro ai propri bimbi, approfittare per visitare i giardini zoologici vicini o prendere a noleggio una barca per fare un giro nel laghetto. O ancora, godersi le esibizioni degli artisti di strada a pochi passi da Barceloneta e dall’Arco di Trionfo, insieme a giovani, famiglie spagnole. 

 

Cosa fare a Barcellona con i bambini vedere la fontana illuminata

Fontana Magica di Montjuïc

 

Parlando ancora di magia e di relax, è imperdibile una visita alla Fontana Magica di Montjuïc, dislocata nella Plaça d’Espanya di Barcellona. Un vero e proprio spettacolo di acqua, luci, musica e colori: specialmente in estate, questa fontana si riempie di gente e si può godere lo spettacolo a piedi o in cima alla scalinata del Palacio National. Si parla di spettacoli in quanto esistono orari stabiliti che variano a seconda della stagione e delle condizioni climatiche, ma si possono verificare sul sito ufficiale dedicato. 

 

Divertimento sulla Rambla

 

Cosa fare a Barcellona con i bambini la Rambla

Cosa fare a Barcellona con i bambini la Rambla

 

Scoprire Barcellona con i bambini significa anche esplorare uno dei simboli della città, ovvero La Rambla. Si tratta dell’animata strada alberata che si dilunga per più di un chilometro da Placa de Catalunya fino al porto. Oltre a meravigliosi locali collocati ai lati e ala visita obbligata del Mercato della Boqueria,  i bimbi saranno rapiti dagli artisti di strada: statue umane, giocolieri e mimi faranno divertire molti i piccoli turisti. Le bancarelle poi venderanno ogni genere di leccornia, rendendo un’esperienza unica e golosa. Il cioccolato è molto presente in città, soprattutto per il Museo della Cioccolata. Il Museu de la Xocolata  è un sogno per i piccini: dal biglietto che è una barretta di cioccolato da timbrare, fino alla storia e al cioccolato in tutte le sue forme. L’entrata costa pochissimo, ma si entra gratis usufruendo della Barcellona Card. Questa card può anche far ottenere degli sconti per i bus turistici. Sono utilissimi per quando i bambini faranno i capricci e si rifiuteranno di camminare: permettono di spostarsi facilmente in città e visitarla comodamente seduti. Sotto i 4 anni, i bambini viaggiano senza pagare il biglietto!