Agosto 12, 2021

Come organizzare un viaggio di gruppo? Ecco al guida zero-errori

Viaggiare in gruppo

Viaggiare è una grandissima esperienza. Perché non condividerla? I viaggi di gruppo possono essere una splendida opportunità per arricchire i rapporti con amici e parenti e per rendere certamente più varia una qualsiasi esperienza di vacanza, indipendentemente dalla meta (che, comunque, gioca sempre un ruolo decisivo).

Di certo, l’organizzazione di un viaggio di gruppo richiede qualche accorgimento mirato in più, rispetto a un viaggio in solitaria. È bene dunque tenere presenti alcuni consigli essenziali, per organizzare un viaggio ideale, in compagnia, all’insegna del divertimento e del sano stare insieme.

 

Scegliere la giusta compagnia

Per ben iniziare l’esperienza di viaggio, è ovvio scegliere le persone giuste con cui condividerla. Non è necessario che il gruppo sia omogeneo per gusti ed età: anzi, a differenza di quanto si possa credere, la varietà di aspettative e desideri può rendere – se ben calibrata – più ricco il viaggio nella sua interezza.

Ovviamente, una certa omogeneità di fondo (quanto meno per capacità di adattamento) è necessaria, specie in relazione a certe mete o a certi tipi di itinerari o alloggi, che non si prestano a tutti i gusti indiscriminatamente.

È bene dunque che i viaggiatori si incontrino preventivamente diverse volte, al fine di meglio stabilire destinazioni possibili, date da occupare e attività che si desiderino fare nei luoghi e tempi prescelti. Da qui, deriva direttamente il secondo accorgimento che sarebbe bene seguire.

 

Definire attentamente il budget e i ruoli

Definite bene o male attività, luoghi e date, è bene interrogarsi sulla quantità di denaro che si intende investire nel viaggio. Incrociando questo dato con le aspettative dei viaggiatori, circa tipologia di alloggio o mezzo di trasporto, si capirà meglio come organizzare il viaggio senza intoppi o discussioni paralizzanti. Se ne deduce che, in questo caso, più il gruppo è coeso, più rapidamente si evolverà l’organizzazione stessa.

Non potendo discutere alla cieca, il gruppo avrà bisogno di almeno un paio di persone che si incarichino di reperire tutte le informazioni possibili sulle mete espresse dagli altri viaggiatori. In questo modo, tutti potranno confrontarsi circa tipi di hotel o di alloggi da scegliere, le date da selezionare, il budget da investire o le attività da fare sul posto.

 

Alcune possibili mete per un viaggio in gruppo

Molto spesso, quando si parla di viaggi in gruppo, li si intende come viaggi all’insegna della movida e del divertimento sfrenato. Per questo, tra le mete selezionate, si impongono nomi come Ibiza e Formentera; eppure, un viaggio non è soltanto questo, ma può prevedere anche momenti di relax e riposo, su spiagge degne di competere con quelle delle Maldive. In tal senso, una possibile destinazione può essere il Salento: la Puglia, infatti, ospita alcune spiagge splendide, come quelle di Punta Prosciutto. Lì, è possibile affittare alloggi comuni come una bella casa vacanze a Punta Prosciutto, offrendo dunque un nuovo approccio per vivere i viaggi in gruppo e permettendo ai turisti di condividere meglio spazi ed esperienze.

Un’altra meta particolarmente ambita è l’isola di Malta, a Sud della Sicilia: l’isola prevede molte escursioni in barca per ammirare le meraviglie marine della zona. In alternativa, è possibile puntare sulle isole greche di Rodi, Santorini, Corfù e Mykonos: mare cristallino e movida sfrenata sono garantiti.

 

Organizzare per tempo…ma non tutto

Bisogna certamente fare in modo che tutto il gruppo sia disponibile alla partenza negli stessi giorni: questo vuol dire definire quanto meno le date e la meta del viaggio con un certo anticipo, per permettere a tutti i partecipanti di organizzarsi con ferie, lavoro e impegni vari.

Organizzare e pianificare va certamente bene, ma non bisogna eccedere: è sempre consigliabile lasciare qualche ora del viaggio all’improvvisazione, per visite non previste, serate libere o shopping.

Saranno anche questi momenti a rendere unica la vacanza, specie se ogni membro del gruppo è capace di staccarsi dagli altri quando lo reputa opportuno: va bene partire insieme, ma a volte ritagliarsi del tempo per stare da soli riesce a far bene a tutta la compagnia. 

 

Delegare l’organizzazione a un’agenzia di viaggi

Se il rischio è quello di sentire troppa pressione sulle proprie spalle o non riuscire a organizzare per bene il tutto, si potrebbe pensare di rivolgersi a un’agenzia di viaggi per discutere nel dettaglio le opzioni migliori per tutti. In questi casi, saranno agenzie e tour operator a mettere a disposizione del gruppo di turisti un viaggio curato fin nei minimi particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter

Potrebbe interessarti


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/famigliavalente/public_html/wp-includes/class-wp-list-util.php on line 164

Contatti

Per collaborazioni e richieste via email
info@famigliainfuga.com
+39 392 29 10 674
Logo del blog di viaggio famigliainfuga 300x100

Seguimi

Copyright by Michele Valente
2017 - 2021
envelope linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram