Vacanza in Sardegna con i mezzi pubblici

Chi l’ha detto che in Sardegna per muoversi bisogna per forza avere un auto? Non volete spendere soldi per noleggiarne una? I prezzi dei traghetti nei periodi di alta stagione sono alle stelle per trasportare la vostra auto? Niente paura, l’isola può essere attraversata e visitata anche con i mezzi pubblici.

Una vacanza itinerante

In questo articolo proponiamo una vacanza itinerante in Sardegna tra siti archeologici, parchi naturali, natura selvaggia e borghi antichi ben mantenuti. Basta organizzarsi e spostarsi con pullman, treni, bus e aerei che collegano i tre aereoporti principali.

Il treno

in Sardegna c’è una linea ferroviaria principale che “spacca” in due l’isola da sud a Nord collegando Cagliari con Porto Torres. Il prezzo per l’intera tratta è di circa 15 euro per un viaggio che dura 4 ore. Vicino Cagliari c’è uno snodo, a Decimomannu, con una linea che si spinge verso ovest, nel sulcitano dove ci sono le miniere di Carbonia e la città di Iglesias. Passando Oristano e Macomer, chi ha fatto il militare l’avrà sentita nominare, la linea principale si congiunge con quella Nuoro-Macomer-Bosa. Da questa parte si va per visitare la parte centrale dell’ Isola, dove ci sono le montagne della Barbagia. Durante i giorni festivi c’è un servizio sostitutivo di bus. Dalla città di Chilivani ci sono i collegamenti che portano in Gallura vero la costa est di Olbia e Golfo Aranci.

Gli autobus

L’azienda dei trasporti regionali pubblici sardi di chiama A. R. S. T ed i biglietti per gli autobus si comprano in tabaccheria o in edicola. Ci sono poi le autolinee delle Ferrovie della Sardegna e nella zona del Sulcis possiamo utilizzare i bus della FERROVIA MERIDIONALE SARDA. Inoltre esistono delle realtà private, nei piccoli centri o in zone turistiche che affittano miniVan o bus.

Navi ed Aerei all’ interno della Sardegna

Per quel che riguarda i voli c’è il collegamento Olbia-Cagliari, circa 30 minuti tra decollo e atterraggio. I traghetti interni fanno la spola tra la Sardegna e le isole minori come Asinara, La Maddalena e San Pietro. Le compagnie sono due Saremar e la Delcomar.  La prima effettua collegamenti regolari da Portovesme e Calasetta per l’sola di San Pietro, il tragitto è di circa 30 minuti.  L’isola della Maddalena, da cui si raggiunge la splendida Caprera dove si va a visitare l’ulrima residenza di Garibaldi, è collegata da Palau, il viaggio dura 20 minuti.  Infine l’isola dell’Asinara è collegata da Porto Torres con la compagnia Delcomar che effettua tre collegamenti al giorno.

Autostop ed altri Mezzi

Se siete amanti degli anni 70 e avete nostalgia di quel periodo potete provare a fare l’autostop. Magari riuscite a “scroccare” un passaggio in maniera gratuita. Il car sharing, o meglio ancora il passaggio in auto è molto usato nell’ isola. I servizi di Bla Bla Car sono molto apprezzati, soprattutto per quei collegamenti non serviti ne da treno e bus. Il prezzo medio richiesto della tratta Sassari-Olbia è di 20 euro a persona, in alcune offerte last minute si può arrivare anche a 15 euro.

 

Leggi anche: Le spiagge più belle in Sardegna