Cosa vedere a Ostuni la città bianca della Puglia

Oggi parleremo di cosa vedere a Ostuni, chiamata anche “la città bianca”. Un piccolo centro della Puglia in provincia di Brindisi.   Storia della città bianca della Puglia   Il territorio è stato abitato sin dall’età della pietra. I vari reperti giunti sino a noi, testimoniano i progressi compiuti da quelle antiche genti, nel corso […]

Cosa vedere a Ostuni la città bianca

Oggi parleremo di cosa vedere a Ostuni, chiamata anche “la città bianca”. Un piccolo centro della Puglia in provincia di Brindisi.

 

Storia della città bianca della Puglia

 

Il territorio è stato abitato sin dall’età della pietra. I vari reperti giunti sino a noi, testimoniano i progressi compiuti da quelle antiche genti, nel corso dei secoli. Con molta probabilità alcune popolazioni si spostarono dall’ Italia settentrionale attraverso gli Appennini e il mare Adriatico, giungendo fino a noi e insediandosi nella zona tra Fasano (Savelletri) e Villanova. Cambiarono radicalmente il proprio modo di vivere passando dal nomadismo alla pastorizia e all’agricoltura. Sorsero così agglomerati di capanne intorno alle quali si iniziò a lavorare la ceramica e a levigare le pietre. Intorno all’anno mille a.C., un altro popolo approdò in Puglia: gli Japigi.

L’ origine della città risulta ancora incerta, Secondo la tradizione il nome di Ostuni deriva dal greco “Astu-neon”, che significa città nuova e fu costruita con ogni probabilità circa duemila anni fa sui resti di una città più antica durante il I e II secolo d.C.

 

Perché l’ appellativo di città bianca? bianco è il colore che abbaglia gli occhi, colora ogni muro, ogni casa, piccola o grande che sia.

 

Le origini del bianco di Ostuni

Tutto il bianco di Ostuni deriva dalla calce, qui utilizzata fin dal Medioevo un po’ perché era un materiale facile da reperire; un po’ perché era il modo per conferire luce ai ristretti vicoli del centro storico di Ostuni. La calce di Ostuni si rivelò “salvifica”: nel XVII secolo, questa zona della Puglia conobbe il dramma della peste. La città si salvò grazie alle case imbiancate con la calce: un vero e proprio disinfettante naturale, diventato poi simbolo della città di Ostuni.

 

Borgo antico di Ostuni

 

Città bianca della Puglia cosa vedere ad Ostuni - Cosa vedere a Ostuni la città bianca della Puglia
Città bianca della Puglia

 

Il centro storico di Ostuni, definito dai suoi abitanti “La Terra“, un tempo era completamente dipinto con calce bianca, che oggi è rimasta solo in parte. Le case si arrampicano sui fianchi scoscesi di un colle e il borgo è caratterizzato da un groviglio di stradine tortuose, un susseguirsi di piazzette, vicoli e corti. Sulla sommità del colle si ergono la Cattedrale e il Palazzo Vescovile.

Tra vicoli, scalette, corti, piazzette, strettoie e serpentine, archi e balconcini, terrazze e camini, vi è uno sfinimento del bianco calce delle pareti.

 

Gastronomia

 

Per quanto riguarda la gastronomia, l’olio di oliva è senz’altro il prodotto tipico per eccellenza della zona, infatti l’intero territorio ricade nella D.O.P. “Collina di Brindisi”; la cucina del posto è vigorosa ed attinge sia dai prodotti del mare che della campagna, grazie alla favorevole posizione geografica.

Le paste sono rigorosamente fatte in casa, e tra i  tanti piatti tipici del posto, meritano di essere citati: le orecchiette “stacchiodde” al ragù con polpette, le pettole e le “pucce”. Dal pesce freschissimo pescato in sito, si ottengono piatti molto saporiti tra cui: alicette marinate, fritture e zuppe di pesce, linguine allo scoglio e triglie al forno. Il famoso piatto Fave e Cicorie, è originario proprio della Città Bianca.

 

Il periodo migliore per visitare la città è in estate, tra i tanti eventi spiccano: la Festa della Madonna della Nova dove, per l’occasione, i gruppi folkloristici locali eseguono balli tradizionali coinvolgendo tutti i partecipanti, e la Cavalcata di S. Oronzo, dedicata appunto al Santo. Nel periodo estivo vi sono una serie di eventi e manifestazioni di vario genere, organizzati dal Comune.

La movida estiva è ricca di appuntamenti tra street-aperitif (poltrone a sacco disposte lungo le scale per un happy hour o un drink sotto le stelle), night dinner (very night, visto che in alcuni ristoranti si cena persino a mezzanotte) o eventi quotidiani nella centralissima Piazza Oronzo.

 

Dove si trova Ostuni e come arrivare

 

 

Leggi anche:

Le 7 spiagge più belle della Puglia

Vacanze nel Salento con i bambini

You may also like

Email Newsletter